La vigna a Torre degli Alberi

La vigna di Torre degli Alberi

Situata su un ripido versante esposto a sud/sud-ovest, così da catturare i raggi solari fino al tramonto. Prima di essere destinata a vigneto, l’area è stata pascolo per l’allevamento brado di bovini di razza Limousine, che hanno arricchito di materiale organico naturale il terreno calcareo-argilloso.

I filari a spalliera, coltivati col metodo Guyot, sono impostati così da favorire una limitata produzione di uva rispetto ad ogni singola pianta. In questo modo i grappoli possono contare su un più esteso apparato radicale il che apporta agli acini una grande varietà di sapori e profumi.

Il suolo è inerbito in modo da evitare erosioni e rendere ottimali le caratteristiche organolettiche dell’uva; l’inerbimento è controllato meccanicamente senza uso di diserbanti. La concimazione è affidata al letame prodotto in azienda. Le viti sono curate con prodotti di copertura autorizzati in agricoltura biologica, invece che con trattamenti sistemici.

Per garantire la massima qualità ed evitare fermentazioni indesiderate, la vendemmia è fatta a mano nelle ore più fresche della giornata, con la raccolta in piccole casse areate; i grappoli, trasportati in cantina con camion refrigerati, vengono poi pressati in maniera delicata per intervenire il meno possibile in fase di chiarifica.